Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

Diritti umani: il fondamento della politica estera tedesca

15.02.2018 - Articolo

La Germania si prodiga indefessamente in tutto il mondo a favore dei diritti umani. Tale impegno, infatti, non è solo un valore fondamentale della politica estera tedesca, bensì risponde anche agli interessi del paese.

Diritti non negoziabili: la Germania si prodiga indefessamente in tutto il mondo a favore dei diritti umani. Tale impegno, infatti, non è solo un valore fondamentale della politica estera tedesca, bensì risponde anche agli interessi del paese.

Universelles Menschenrechtslogo
Universelles Menschenrechtslogo© open source

Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

Fu la visione di un mondo migliore a riunire a Parigi nel 1948, quasi settant’anni fa, uomini e donne provenienti da ogni angolo del globo, la visione di un mondo in cui tutte le persone fossero tutelate nella loro dignità e in quanto individui. Nacque così la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, la quale parte dal presupposto della “dignità inerente” e dei “diritti inalienabili” delle persone, attribuendoli a ogni individuo, a prescindere dal colore della pelle, sesso, lingua, religione o altri criteri. I diritti umani sono i diritti di cui gode ogni persona per il semplice fatto di far parte della famiglia umana e sono assolutamente indipendenti dalle caratteristiche che ci possono distinguere.

Fondamento di ogni comunità umana

Il dovere della Germania nel campo dell’impegno a favore dei diritti umani rappresenta altresì un insegnamento tratto dal capitolo più buio della storia tedesca. La dignità umana e i diritti umani inalienabili e inviolabili sono stati pertanto sanciti dall’articolo 1 della Legge fondamentale come pilastro di ogni comunità umana, della pace e della giustizia nel mondo. La Legge fondamentale garantisce quindi non solo i diritti umani in Germania, bensì ci impone di adoperarci in tutto il mondo per la tutela della dignità e delle libertà fondamentali dell’uomo.

Dovere morale e interesse politico

Adoperarsi a favore dei diritti umani non è però solo un dovere morale o un dovere derivante dal diritto internazionale ai sensi della Legge fondamentale.

La tutela dei diritti umani rientra anche negli interessi di politica estera della Germania. Esempi in tutto il mondo dimostrano che laddove si violano i diritti umani, non è possibile affermare una pace duratura e uno sviluppo stabile. La tutela della libertà e della dignità umana si è rivelata un motore di creatività e benessere.

Per quanto concerne la politica in materia di diritti umani, oltre all’Incaricato del governo federale per i diritti umani e gli aiuti umanitari (link: https://www.auswaertiges-amt.de/de/aamt/koordinatoren/mr-koordinatorin), Bärbel Kofler, in seno al Ministero Federale degli Affari Esteri è presente una sezione per i diritti umani e le questioni di genere. Questi organismi impiegano di concerto numerosi strumenti diversi: attraverso programmi di sostegno per le organizzazioni non governative, strumenti di dialogo politico, prese di posizione pubbliche o la diplomazia silenziosa si è già riusciti a migliorare il quadro dei diritti umani in molti paesi.

Il rapporto sui diritti umani del governo federale del 2016: le società civili al centro dell’attenzione: https://www.auswaertiges-amt.de/en/aussenpolitik/themen/menschenrechte/01-menschenrechte-fundament/-/291030

La più efficace paladina dei diritti umani: una società civile vivace

Particolarmente importante per la tutela dei diritti umani è un’opinione pubblica attenta alle possibili violazioni. L’impegno della Germania in questo senso riveste un ruolo chiave. Dialogando con le ONG, i gruppi religiosi, gli intellettuali e le personalità più attive in questo campo, la Germania promuove in tutto il mondo società civili vivaci e vigili. Infatti quando i cittadini danno il loro contributo organizzandosi in gruppi indipendenti dall’autorità statale e in spazi di dibattito pubblico, offrono anche la migliore garanzia contro le violazioni dei diritti umani.

Per maggiori informazioni sul tema della società civile e dei diritti umani: https://www.auswaertiges-amt.de/en/aussenpolitik/themen/menschenrechte/03-zivilgesellschaft

La Germania come Stato firmatario

Sulla base della Carta dell’ONU e della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno creato un sistema di trattati onnicomprensivo a tutela dei diritti umani. La Germania è uno degli Stati firmatari di tutte le principali convenzioni sui diritti umani delle Nazioni Unite e dei relativi protocolli addizionali, e riferisce regolarmente alle commissioni competenti sullo stato di adempimento dei vari obblighi derivanti dai trattati.

Per maggiori informazioni sul tema dei diritti umani e delle Nazioni Unite:

https://www.auswaertiges-amt.de/de/aussenpolitik/themen/menschenrechte/01-menschenrechte-fundament/mr-in-un-node

Progetti a tutela dei diritti umani

Il Ministero Federale degli Affari Esteri sostiene pertanto, annualmente, circa 130 progetti di diversa portata, in prima linea nei paesi emergenti e in via di sviluppo dell’Africa, Asia, America centrale, Sud America ed Europa dell’est. Spesso anche somme minime possono apportare un significativo miglioramento a lungo termine del quadro dei diritti umani in loco.

Torna a inizio pagina