Willkommen auf den Seiten des Auswärtigen Amts

Le mansioni dell'Ambasciata

Roma Rotunda

Roma Rotunda, © Jakob Straub

Articolo

L’invio di rappresentanti diplomatici e lo stabilimento delle relazioni internazionali risalgono all’inizio del Medioevo. Le prime istituzioni permanenti dedite alla diplomazia furono stabilite dalla Santa Sede nel XVI secolo. L’Ambasciata tedesca presso la Santa Sede cura le relazioni diplomatiche tra la Germania e la Santa Sede. Con la sua presenza a Roma garantisce il costante contatto politico, anche ad alto livello, nonché lo scambio di opinioni su importanti questioni politiche che riguardano sia la Santa Sede che la Germania.

A colloquio con gli esponenti della Curia l’Ambasciata, ma soprattutto gli alti rappresentanti politici della Federazione e dei Länder in visita a Roma, acquisiscono nuove informazioni di grande interesse e valore per il loro lavoro. La Santa Sede è il capo di una Chiesa mondiale. Attraverso le sue missioni diplomatiche in 180 Paesi, le cosiddette nunziature, acquisisce solide conoscenze sulle condizioni sociali e sulla realtà della Chiesa romano-cattolica e degli ordini religiosi locali, ottenendo così informazioni assai variegate sulla situazione politica nei vari Stati. L’Ambasciata gestisce sia la preparazione tecnico-logistica, sia quella contenutistica che precede e segue tali colloqui.

L’Ambasciata cura anche i contatti in ambito informale attraverso numerosi eventi organizzati nella Residenza dell’Ambasciatore. Molti collaboratori della Santa Sede aderiscono con piacere a questi inviti e rimangono così in contatto con l’Ambasciata e la Germania. È soprattutto grazie a tali eventi che si svolgono nella Residenza che è possibile allacciare contatti, i quali sono estremamente rilevanti per il lavoro dell’Ambasciata.

Inoltre è bene menzionare che la Santa Sede e la Repubblica Federale di Germania in particolare intrattengono uno stretto scambio culturale sostenendosi a vicenda. L’Ambasciata presso la Santa Sede ha già sviluppato e attuato numerosi progetti. Spesso si esibiscono a Roma e in Italia cori e orchestre provenienti dalla Germania, proseguendo così una lunga tradizione. In particolare grazie al “Papa della modernità”, Paolo VI, l’impegno in campo politico-culturale della Santa Sede è tornato in primo piano. Offrire un significativo contributo culturale rientra ancora oggi tra le priorità tanto della Repubblica Federale di Germania quanto della Santa Sede.

Contenuti simili

Torna a inizio pagina